9 maggio 2008 giorno della memoria

<<C’é del male personale e sociale
da sradicare
e del bene, visibile o, com’é più probabile, non visibile,
da esaltare.
Ma c’é, in tutta evidenza, lo squallido spettacolo della violenza,
sempre meno episodico,
putroppo, sempre più finalizzato alla degradazione e all’imbarbarimento della vita,
di fronte al quale è nostro dovere prendere posizione.
Ne sono corrose le basi della convivenza civile
ed è messo in causa lo Stato.>>
 
Aldo Moro – Agire uniti nella diversità – 10 aprile 1977
 
Prefazione al volume: "Per le vittime del terrorismo nell’Italia repubblicana"
pubblicato in occasione del giorno della memoria (il 9 maggio 2008)
per le vittime del terrorismo e della stragi di tale matrice.
 

SPINGENDO LA NOTTE PIU’ IN LA’

 
SPINGENDO LA NOTTE PIU’ IN LA’
 
 
ECCO UNA PROPROSTA PER TENERE VIVA LA MEMORIA…
 
Il 17 maggio sarà l’anniversario dell’attentato a Calabresi, 
tutte le persone che hanno letto e apprezzato il libro del figlio
potrebbero "liberarlo" quel giorno (regalandolo a qualche sconosciuto
lasciandololo su un treno, una panchina..in un bar, su una spiaggia)
una sorta di "bookcrossing della memoria"….
Se questa idea ti piace, se non fai troppa fatica a separarti
dai tuoi libri, se non l’hai già regalato o prestato..
liberarlo in modo da seguire in qualche modo
questo filo della memoria!

GUIDO CATALANO

come è stato presentato al 3 raduno di anobiiani torinesi:
il più grande poeta vivente…
assolutamente da leggere e meditare! ^_^
 

CONGLOMERATO

 

Io, ancora, il grande amore, mica l’ho trovato

non ho trovato ancora neanche il grande sesso…ad essere sinceri

 

Tu, per essere felice,

credo

tu devi trovare un conglomerato

se mi si passa il termine

tu devi trovare in una donna sola

il conglomerato:

fatto di grande amore e di grande sesso,

allora sì

che tu, in quanto uomo, puoi dirti felice

 

Per la donna è uguale

che non bisogna mica credere alla propaganda

che dice che la donna le basta il grande amore

alla donna pure, per essere felice, ci vuole il conglomerato:

la somma di grande amore e di grande sesso;

che è una propaganda falsa

quella che ti vuol far credere

che alla donna, vabè, il grande sesso non è poi così importante, basta l’amore

credo sia colpa dei preti

 

Io un giorno lo so

che camminando fischiettando

in una bella giornata di pioggia

io lo so

incrocerò una ragazza

i nostri sguardi si agganceranno

i nostri visi si sorrideranno

io dirò, sei tu

lei dirà, si lo sono

io dirò, finalmente

lei dirà, finalmente sì

ti ho aspettata un sacco, sai?, dirò

anch’io, ti ho cercato per mari e per monti, dirà

io ti ho cercata per laghi e per colline, dirò

io ti ho cercato per autostrade e ponti, dirà

io per città, castelli e paesi, dirò

e io, dirà lei, che sarà una ragazza un po’ esagerata

     io ti ho cercato per galassie e pianeti!

e io allora, dirò, ti ho cercata per dimensioni

                                                    parallele, dirò

e lei, che questa non se l’aspettava dirà, vabbè, andiamo a prenderci un gelato

 

E’ così che ci troveremo

e non ci lasceremo mai più nella vita e nel mondo

poiché avremo trovato in noi

il conglomerato

quello, per intenderci

fatto di grande amore e di grande sesso

che son due cose

che quando vanno via bene insieme…

è            la                      felicità 

 
 
TU

se tu fossi un puffo

tu saresti il puffo stronzo

se tu fossi un barbapapà

tu saresti barbamerda

se tu fossi un supereroe

tu saresti la donna muco

se tu fossi un pokemon

tu saresti un pokemon qualsiasi

tanto fanno schifo uguale

 

ma poi, a conti fatti

-e concludo-

tu sei tu e solamente tu

gli orpelli lasciamoli a poeti e poetesse da fiera letteraria

 

ps.se tu fossi il sole

cazzo, che freddo